Le partecipazioni di matrimonio: le diverse tipologie

24 Dic

L'usanza della partecipazione scritta nasce nel 18° secolo come un invito rivolto a persone accuratamente selezionate e veniva scritto da abili domestici o segretari ( e in seguiro calligrafi professionisti) in grado di scrivere su carte pregiate con un inchiostro solitamente grigio o blu.

Dopo aver inserito l'invito all'interno di una busta e aver riportato i nomi degli invitati su di essa veniva consegnata a mano dai messaggiari, una ad una.

Nella nostra società la carta più elegante ed utilizzata è la carta di Amalfi ( che spesso troviamo racchiusa da un sigillo in ceralacca), usata soprattutto per matrimoni formali.

 

carta amalfi

Ricordatevi sempre che la partecipazione non è solo una mera comunicazione ma è un bigliettino da visita, la prima immagine che volete dare di voi e del vostro matrimonio.

E' importante che le partecipazioni siano coordinate con lo stile e il tema dell'evento, sia per quanto riguarda la carta sia per quanto riguarda il colore, la scrittura e l'invio delle stesse.

Oggi abbiamo davvero tante soluzioni per poter comunicare il grande evento:

  • partecipazioni cartacee
  • partecipazioni via mail
  • video partecipazioni

Il 2012 è stato l'anno del boom per le partecipazioni via mail, sia per il risparmio di carta, la comodità di invio che per il basso costo.

Personalmente credo che una partecipazione telematica non sostituirà mai la classica partecipazione scritta su carta che lascerà ai vostri invitati un ricordo emozionante ed indelebile nel tempo a differenza della fredda mail che probabilmente verrà cestinata al primo riordino della posta!

Molto simpatica, invece, l'idea delle video partecipazioni via web, ma solo se accompagnate anche da una semplice partecipazione scritta o inviando a casa dei destinatari un DVD o un mini DVD!  ;)